GIRARE IL MONDO

GIRARE IL MONDO
di

Il MFF omaggia Nicolas Steiner dedicandogli un focus. Nella nostra intervista il giovane regista svizzero racconta l’ultimo film e la sua visione di cinema


«Essere filmmaker è una passione, richiede apertura mentale e rispetto verso chi riprendi.» afferma Steiner.

Nei suoi film infatti si fondono due elementi che lo rendono unico: la profonda umanità e l’originalità dello sguardo sulla realtà. Nato in Svizzera nel 1984, Nicolas Steiner ha realizzato cortometraggi, tra cui Sticky e It’s me. Helmut, che saranno proiettati nel focus, e due documentari difficili da dimenticare: Battle of Queens, la ripresa della tradizionale battaglia tra mucche fino all’ultimo filo d’erba, e Above and Below in Concorso Lungometraggi al MFF.

(Continua a leggere)

Articoli recenti

L'OLTRECINEMA SECONDO FRAMMARTINO

L'OLTRECINEMA SECONDO FRAMMARTINO

Gli spazi dell'Ex Manifattura Tabacchi ospitano l'evento La fabbrica fantasma, un progetto ideato dal regista Frammartino e sviluppato interamente dagli studenti della Civica Scuola di Cinema

Il regista Michelangelo Frammartino torna nei luoghi della sua formazione con La fabbrica fantasma, un progetto nato grazie alla direttrice Laura Giacobbi, sugli spazi dell'Ex Manifattura Tabacchi, ora Civica Scuola di Cinema.  Lo intervistiamo in esclusiva per il Daily MFN: «Ho partecipato alla fase di ideazione, mentre i ragazzi della scuola hanno lavorato duramente per un anno. Rivedere gli studenti vestire le tute degli operai, rievocando quell'alleanza molto in voga negli anni della contestazione, mi ha particolarmente emozionato!».

Continua a leggere
UN CINEMA GRANDE <br>COME LA CITTÀ

UN CINEMA GRANDE
COME LA CITTÀ

Oggi alle 11.00 da piazza della Scala parte una passeggiata sui luoghi cinematografici di Milano. Ne parliamo con gli organizzatori-guide d'eccezione: i giornalisti e critici Barbara Sorrentini e Maurizio Porro

Dalla Scala allo Strehler.

Due luoghi storici della cultura cittadina saranno il punto di partenza e di arrivo della passeggiata cinematografica organizzata da un progetto di “turismo collaborativo” e di narrazione partecipata della città (Piacere Milano) e dalla community di Instagram Italia.

«Sarà quasi tutto improvvisato, ci lasceremo guidare soprattutto dai luoghi che incontreremo e che ci ricorderanno i film» afferma Maurizio Porro, critico cinematografico del Corriere della Sera e direttore di Cultweek. 

Continua a leggere
L'OSPITE INATTESO

L'OSPITE INATTESO

Morgan Knibbe, giovane regista olandese, racconta al quotidiano MFN la realizzazione del suo primo lungometraggio: Those Who Feel the Fire Burning (oggi ore 14, sez. Colpe di Stato)

«Ho studiato quattro anni alla Scuola di Cinema di Amsterdam, diplomandomi in documentario. Attraverso la Fondazione Dutch Film ho potuto realizzare Those Who Feel the Fire Burning, con poca retribuzione ma con molta passione.». Incontriamo Morgan Knibbe per parlare del suo ultimo film, opera attualissima sull’immigrazione. Nonostante la giovanissima età (ventisei anni) ha già ottenuto il Pardo d’Argento a Locarno con il suo cortometraggio Shipwreck, opera che lo ha fatto conoscere alla critica internazionale. Il suo lungo d’esordio è girato quasi tutto in “soggettiva”.

Continua a leggere
A FORZA DI ESSERE VENTO

A FORZA DI ESSERE VENTO

Il giovane Jonas Carpignano, che ha presentato Mediterranea a Cannes, è al MFF con il nuovo cortometraggio A Ciambra, storia di una comunità rom di Gioia Tauro

Pio (Pio Amato) ha solo dodici anni, ma si comporta come un uomo, beve, fuma, ruba… Il fratello maggiore Cosimo (Cosimo Amato) è il suo modello di riferimento.

La storia di A Ciambra (Young Lions of Gipsy) di Jonas Carpignano è molto vicina alla realtà di una comunità rom di Gioia Tauro e riesce ad andare oltre ogni stereotipo.

Jonas Carpignano, italiano nato e cresciuto a New York, ora vive in Calabria, una terra difficile sempre al centro del suo cinema.

Continua a leggere
SONG OF THE SEA VISTO DA AKA B

SONG OF THE SEA VISTO DA AKA B

Aka B, uno dei migliori artisti italiani contemporanei, ci ha donato una sua personale recensione su tavola del film d’animazione Song of the Sea di Tomm Moore (oggi, ore 15, allo Strehler)

Il tratto sghembo e unico di Aka B reinterpreta in maniera personale e suggestiva i personaggi della storia diSong of The Sea di Tomm Moore e la mitologia irlandese a cui si ispira.

Continua a leggere
IL PRINCIPE INFELICE

IL PRINCIPE INFELICE

Prince, primo lungometraggio del regista di Sam de Jong, è un racconto di (de)formazione di un ragazzo di periferia, da pacifico a violento. Menzione speciale a Berlino 2015

Ayoub, Frankie, Achraf, Oussama sono tutti ragazzi che vivono nella periferia di Amsterdam. Le loro giornate procedono all’insegna della noia di quartiere, giocare con i petardi è l’unico passatempo. Ayoub, il protagonista, prende una cotta per la bella Laura, che però è già impegnata con un bullo della zona. Anche Ayoub, per farsi valere, non esiterà a modificare i propri istinti, portandoli da pacifici a violenti.

Continua a leggere