AUSTRALIA ANNO ZERO

AUSTRALIA ANNO ZERO
di

Cresciuto con i film di Gregg Araki e gli show comici di Bruce LaBruce, innamorato di Pasolini, Antonioni e Derek Jarman, Dean Francis prova con Drown a liberare la definizione di mascolinità dai margini in cui in Australia è costretta  


 

Dean Francis, australiano, classe 1979. Nel suo cinema storie apparentemente ordinarie vengono stravolte dall'improvviso emergere di "elementi disturbanti" e da un confronto continuo col cinema di genere. Oggi al Festival Mix presenta il suo ultimo film, Drown

(Continua a leggere)

Articoli recenti

DUE O TRE COSE CHE SO DI SUSAN

DUE O TRE COSE CHE SO DI SUSAN

Intimo tributo alla pensatrice americana, Regarding Susan Sontag racconta la scrittrice, la polemista, la femminista. Una vita in cui le scelte culturali furono profondamente influenzate dalla sessualità

 

Susan Sontag è stata un’icona («amo i miei capelli spettinati e le frasi intense» diceva di sé), una fine pensatrice e un’abile provocatrice. L’esempio più memorabile della sua ferma volontà di non seguire il pensiero dominante è l’articolo pubblicato sul New Yorker, all’indomani dell’attacco alle Twin Towers, in cui invitava l’America a smettere di leccarsi le ferite e, al contrario, a riconoscere le proprie responsabilità nella creazione del clima politico che aveva condotto all’attentato.

 

Continua a leggere
NEL RIFUGIO DEI SUPER EROI

NEL RIFUGIO DEI SUPER EROI

È un amore che sfida il tempo e le avversità in un mondo sospeso e privo di logica quello tra Batman e Robin in Batguano. Film di culto in Brasile, non solo per il pubblico e la critica gender

 

In Brasile il film di Tavinho Teixera è diventato subito un "cult" e non solo tra il pubblico o la critica di gender. Per molti i suoi Batman e Robin un po' invecchiati esprimono un sentimento contemporaneo di decadenza, compiacimento di sé, auto esclusione dal mondo e, al tempo stesso, uno sguardo critico su tutto questo, mescolando pensiero filosofico e letterario del Novecento a una visione corrosiva del Paese negli anni Duemila.

Continua a leggere
RIBELLI CON UNA CAUSA

RIBELLI CON UNA CAUSA

Duro ritratto di due fratelli omosessuali e dei loro conflitti interiori, Tiger Orange è anche il racconto di una provincia americana che rifiuta di fare i conti con le sfide della contemporaneità

 

«Com'è crescere con un fratello o una sorella gay? Ci si sente meno soli? Si condivide l'esperienza? È dura deludere due volte mamma e papà. Sono sempre stato affascinato dalle loro storie. Ma non ho mai visto un film su di loro». Wade Gasque spiega così l'origine del suo interesse per lo script di Mark Strano e la sua decisione di fare il film. 

Continua a leggere