LA REALTÀ NON È RIPRODUZIONE

LA REALTÀ NON È RIPRODUZIONE
di

Protagonista dell’omaggio di Sguardi Altrove, Costanza Quatriglio è al festival con una Masterclass e due film, Girotondo Triangle, un dittico che lega due tragedie nel mondo del lavoro, a distanza di cento anni. Da New York a Barletta


Costanza Quatriglio sarà presente questa sera in sala per la proiezione di due sue opere: Triangle (Nastro d’Argento 2015) e Girotondo. Domenica 22 terrà la Masterclass Filmare l’invisibile, un dialogo sul potere che si nasconde dietro alle immagini. Le chiediamo di parlarci del suo ultimo film, Triangle, racconto di due drammi uniti nel tempo e nello spazio dalla presenza delle donne, un lavoro che porta dentro con molta emozione.

(Continua a leggere)

Articoli recenti

UN'ETÀ TUTTA DA VIVERE

UN'ETÀ TUTTA DA VIVERE

Vecchi pazzi, una tragicommedia firmata Sabine Boss, la regista svizzera già autrice di I am the Keeper, vincitore degli Oscar svizzeri.
Una dichiarazione totale alla vita tra teatro, amore e pazzia

Vivi Ferrari è la diva per eccellenza, viziata, ostinata e sopra le righe, che non si rassegna allo scorrere del tempo. «Canto e ballo finché non casco morta” confida a Ciccio, il suo agente teatrale milanese. Aldo Petacchi è un uomo solo, ottuso, inflessibile, uno «scorbutico insopportabile», proprietario di una sala da ballo, luogo dove si rifugia per ricordare, a suon di note di Vieni via con me, la sua amata e perduta moglie Lucia.

Continua a leggere
DONNE, RICCHEZZA DEL PIANETA

DONNE, RICCHEZZA DEL PIANETA

Annie St. Pierre viene dal Quebec, una regione del Canada, dove parlano un francese molto particolare con un leggero accento inglese. È a Milano per presentare il suo ultimo film documentario Fermières all’interno delle Giornate del cinema quebecchese in Italia in corso all’Istitut Français de la Culture

Fermières è il ritratto dell’Associazione delle Contadine del Quebec, che la settimana scorsa ha festeggiato il suo centenario. La sua particolarità è la sua composizione: non un solo uomo, ma un gruppo sterminato di donne che vivono in campagna e che da cento anni trasmettono il loro sapere alle generazioni. Abbiamo avuto l’opportunità di intervistare questa giovane regista, che nella sua filmografia conta diversi Making Of, ossia dei documentari sul lavoro che sta dietro a un film, e una coproduzione franco-belga, Migration Amoureuse

Continua a leggere