IL SILENZIO DI UN'ESPLOSIONE

IL SILENZIO DI UN'ESPLOSIONE
di

Incontriamo Alina Marazzi a poche ore dall'apertura di Sogni Capovolti, installazione che inaugura il festival Invideo. L'opera ricorda gli orrori insabbiati della strage di Brescia del 1974, prendendo spunto da "Il sogno di una cosa", lavoro teatrale di cui la regista milanese è tra gli autori


Piazza della Loggia a rovescio in Sogni Capovolti di Martina Rocchi e Alessandro Mascia, videoinstallazione che apre Invideo, mostra internazionale di cinema e oltre. Il set è in allestimento: nel buio della stanza quattro proiettori riflettono filmini super 8 degli anni 60 e 70 su degli ombrelli grigi che pendono dal soffitto, capovolti.

(Continua a leggere)

Articoli recenti

ORIZZONTI GLOBALI NELL'ARTE

ORIZZONTI GLOBALI NELL'ARTE

Una mappa per orientarsi tra i paesaggi immateriali che animano gli schermi di Invideo XXIV. Tempo, metamorfosi e ritratti dalla pittura classica di Beauty agli Urbanscreen

«Si dice che non vi sia nulla di fermo, di stabile, di duraturo, in tutto l'universo: che niente rimanga nel suo stato; che ogni giorno, ogni ora, ogni istante, portino un cambiamento.» Frank Herbert 

Continua a leggere
PASSIONE E RESISTENZA

PASSIONE E RESISTENZA

Dal 29 ottobre al 9 novembre torna a Milano Invideo, il festival che, da sempre, esplora la produzione videosperimentale di ricerca. Scopriamo l'edizione 2014 insieme ai due direttori, Sandra Lischi e Romano Fattorossi

L'edizione 2014 si chiama “Orizzonti Globali”, come mai questa scelta?

Sandra Lischi: L'idea è nata da una caratteristica comune all'insieme di opere scelte. Tutti provano a esplorare dei confini, dei limiti, a guardare un orizzonte sia intimo, fatto di storie personali, sia geografico e immaginativo.

Continua a leggere
HOMETOWN/MUTONIA

HOMETOWN/MUTONIA

Una giornata nel villaggio degli "scarti" insieme a Mutoid Waste Company, la comunità di artisti britannici che occupa una cava vicino a Santarcangelo di Romagna dove trasforma rottami in grandi sculture

Hometown è un’affermazione, una categorica dimostrazione di identità territoriale - «Questa è la mia città!» - Mutonia più che una città è un’isola di creatività, un’ideale nostalgico di aggregazione anarchica.

Continua a leggere
L'ARTE È UNA STANZA LIBERA

L'ARTE È UNA STANZA LIBERA

Appunti sul campo e controcampo e storie di vita e spazi collettivi: conversazione via skype con Anna De Manincor, tra i fondatori del collettivo ZimmerFrei, di cui Invideo presenta Hometown/Mutonia, un viaggio nella comune dei Mutoid Waste Company, il gruppo di scultori e performer cyberpunk che vivono a Santarcangelo di Romagna. Mentre al Pac c'è La beaute c'est ta tête, Marsiglia negli incontri in un bar

Si chiamano ZimmerFrei, sono un collettivo di artisti, Anna De Manincor, Anna Rispoli, Massimo Carozzi e lavorano insieme ormai da 14 anni, da quando hanno deciso di unire le forze in un progetto di ricerca comune che li ha portati lontano dall'Italia.

Continua a leggere