IL (MIO) CINEMA NASCE DALL’OPPOSIZIONE AL SISTEMA 

IL (MIO) CINEMA NASCE DALL’OPPOSIZIONE AL SISTEMA 
di

Abbiamo incontrato Lech Kowalski, protagonista della retrospettiva di Filmmaker 2014, cineasta ribelle, poeta di marginalità e resistenze


Artista outsider e radicale, Lech Kowalski è un regista apolide e ramingo, alla ricerca di contrasti nella società da filmare con vitalità e passione. Americano di origini polacche, Kowalski è diventato da subito autore di culto nel mondo del documentario grazie alla sua trilogia sul punk a New York (D.O.A., Born to lose Hey! Is Dee Dee Home?). Anarchico nel suo percorso, ha documentato la lotta per la vita degli homeless di Manhattan, di un gruppo di punk a Cracovia e il viaggio lungo l’autostrada costruita da Hitler in Polonia.

(Continua a leggere)

Articoli recenti

LA TENACE RIBELLIONE DI UN RACCONTO COLLETTIVO

LA TENACE RIBELLIONE DI UN RACCONTO COLLETTIVO

Da 25 anni la popolazione della Val di Susa lotta contro la Tav. Qui di Daniele Gaglianone, il film italiano del Concorso di Filmmaker, fotografa la frattura tra Stato e cittadini

 «Quello preso meglio ero io. La gente reagiva alla polizia in maniera vivace» così Aurelio (dj di Radio Black Out) racconta la sua esperienza di lotta. Il suo desiderio di testimoniare in diretta gli scontri tra i valsusini e la polizia è stato esaudito. Così come Marisa, titolare di un agriturismo, che si è incatenata alla recinzione dei cantieri con le manette comprate in un sexy shop. «Ma il pelo l’ho tolto!», precisa l’arzilla signora. 

Continua a leggere
NAUFRAGHI D'INVERNO

NAUFRAGHI D'INVERNO

Les Tourmentes, un film visionario che esplora i limiti della condizione umana e il potere della natura

La forza della tormenta, un gregge che fa da intermediario tra l’uomo e un mondo superiore, le antiche pratiche di stregoneria, lo smarrimento, la malattia psichiatrica: questi sono gli elementi con cui Pierre-Yves Vanderweerd ha costruito il suo film. Lo abbiamo intervistato.

Continua a leggere
VOLTI CHE CI SOMIGLIANO

VOLTI CHE CI SOMIGLIANO

La civiltà rurale italiana dalle immagini d'archivio dell'Istituto Luce. Umanità, comunità, sofferenza e fatica nel ritratto color seppia di Pietro Marcello e Sara Fgaier. L'armonia dimenticata del mondo contadino da rivivere e ricordare

Il progetto cinematografico per il 90° anniversario dell'Istituto Luce, 9x10 Novanta, incornicia nell'album della storia d'Italia, il quadro bucolico L'Italia umile (2014), firmato dal regista napoletano Pietro Marcello e dalla videomaker ligure Sara Fgaier.

Continua a leggere