DOCUMENZOGNA DALLA FRONTIERA

DOCUMENZOGNA DALLA FRONTIERA
di

Il cinema di Ricardo Silva è provocatorio come uno sputo in faccia. O come una crosta aperta, dice lui. Un cinema che documenti per enunciare una fictionverità socialmente elusa. È questo ibrido che lo colloca in un luogo etico liminale, per non dire scivoloso. Silva lo chiama “etnofiction”: porre parametri prestabiliti (artificiali, fittizi) su una realtà per generare ciò che non era in mente (l’inaspettato, vero).


(Continua a leggere)

Articoli recenti

NOTE TRASGRESSIVE

NOTE TRASGRESSIVE

Da un panorama cinematografico vivace e di qualità come è quello messicano (molto rappresentato nel MFF 2014) arrivano film di ogni genere, non solo impegnati socialmente, ma anche più accessibili e diretti come Somos Mari Pepa di Samuel Kishi Leopo, classe ’84. 

Continua a leggere
TRE GUERRE, UN MURO E L'EURO

TRE GUERRE, UN MURO E L'EURO

Il 2014 è il centesimo anniversario dello scoppio della Grande Guerra, che è stata non solo il primo conflitto bellico mondiale, ma anche l'inizio di quel Secolo breve ricco di contraddizioni finito con il crollo dei regimi del blocco comunista e con la caduta nel 1989 del Muro di Berlino. Da un lato lo sfaldamento del sistema ideologico e dell'URSS e dall'altro il consolidamento del mito millenario di un'Europa unita. Alessandro Uccelli ci presenta Esperimento: Europa. 1914-1989-2014, un approfondimento dedicato dal MFF alla nostra storia comunitaria, recente e non, attraverso il lavoro di autori che affrontano l'argomento con sguardo critico.  

Continua a leggere
QUÉ VIVA MÉXICO

QUÉ VIVA MÉXICO

Hecho en México è la nuova sezione del MFF curata da Andrea Lavagnini. Nazione emergente, il Messico ha un ruolo preminente nell’agenda di quest’anno, presente con ben cinque film di cui due in concorso (Navajazo di Ricardo Silva e Somos Mari Pepa di Samuel Kishi Leopo).

 

Continua a leggere
NATURE MORTE CON ESSERI UMANI

NATURE MORTE CON ESSERI UMANI

Non ci si aspetti atmosfere viscerali, sussurri e grida, colori turgidi, notturni tormentati, gesti appassionati e contro ogni logica, desideri che per essere soddisfatti impongono (auto)distruzione in Amour Fou

Continua a leggere