A LES TOURMENTES IL PREMIO FILMMAKER 2014

A LES TOURMENTES IL PREMIO FILMMAKER 2014
di

Tutti i vincitori di questa edizione


La giuria del Concorso di Filmmaker 2014 composta da Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, Filippo Mazzarella, Anna Milani, Tommaso Pincio e Giovanni Spagnoletti ha assegnato il primo premio di 3000 euro a Les Tourmentes di Pierre-Yves Vandeweerd, pellegrinaggio nel profondo dello spirito umano ambientato tra gli scabri paesaggi del Lozére.

(Continua a leggere)

Articoli recenti

NAUFRAGHI D'INVERNO

NAUFRAGHI D'INVERNO

Les Tourmentes, un film visionario che esplora i limiti della condizione umana e il potere della natura

La forza della tormenta, un gregge che fa da intermediario tra l’uomo e un mondo superiore, le antiche pratiche di stregoneria, lo smarrimento, la malattia psichiatrica: questi sono gli elementi con cui Pierre-Yves Vanderweerd ha costruito il suo film. Lo abbiamo intervistato.

Continua a leggere
LA CITTÀ DEL RITORNO <br>ALLA NATURA

LA CITTÀ DEL RITORNO
ALLA NATURA

«L’acqua è l’inizio, il fuoco è la fine».  Sobre la Marxa di Jordi Morató, in Concorso, mette a nudo il rapporto drammatico tra l’uomo e l'imperativo della civilizzazione

Un racconto fra documentario e fiction, dove la realtà si interseca con la fantasia. Il giovane regista Jordi Morató si è fatto portavoce della storia di Garrell, alias Josep Pujiula, eccentrico personaggio che «ha costruito un’intera città dove nessuno vive», a pochi passi dal piccolo centro urbano di Argelaguer, in Catalogna.

Continua a leggere
A BASTIA, LA STAGIONE <br>DEGLI ECCESSI

A BASTIA, LA STAGIONE
DEGLI ECCESSI

Un gruppo di adolescenti trascorre l'estate in un quartiere popolare e periferico tra strade dissestate e palazzoni omologati. Il ritratto provocante di una gioventù ribelle, uno sguardo schietto su una generazione in fuga. In Lupino le secche contraddizioni di François Farellacci

Volumi alti e tinte accese. Chiude così la sezione Concorso di Filmmaker 2014. Lupino, lungometraggio firmato dal regista francese François Farellacci, per la sceneggiatura di Laura Lamanda, vincitore del Premio Solinas lo scorso anno e prodotto anche grazie al crowfunding, riporta lo spettatore nell'età della ribellione.

Continua a leggere
IL RAGGIO <br>CHE ILLUMINA L’ASSENZA

IL RAGGIO
CHE ILLUMINA L’ASSENZA

Un fratello in carcere, il dialogo che prova a colmare il vuoto, lo sguardo sospeso su un cast d'eccezione. È Tyndall, racconto epistolare di un tempo che si dilata e diventa cinema

Un racconto familiare a metà tra videoarte e documentario biografico. Un kammerspiel contemporaneo, che si giostra tra un racconto epistolare a più voci e tableaux vivants sospesi nel tempo. Tyndall, cortometraggio di Fatima Bianchi realizzato nell’ambito del laboratorio Nutrimenti  terresti, nutrimenti celesti - curato da Filmmaker - partecipa alla sezione Prospettive.

Continua a leggere