LE PAROLE DELLE COSE

LE PAROLE DELLE COSE
di

Una profonda riflessione sul teatro e sul cinema. È Corpo a corpo, film realizzato durante le prove dello spettacolo Orchidee di Pippo Delbono. Ne abbiamo parlato con i due autori, Mario Brenta e Karin de Villers.


Non un backstage, ma un film che riesce ad andare al di là della rappresentazione teatrale arrivando allo stesso punto di approdo: una meditazione sul mistero dell'esistenza, dalla nascita alla morte.

(Continua a leggere)

Articoli recenti

ALLA RICERCA DELLE SEDIE PERDUTE

ALLA RICERCA DELLE SEDIE PERDUTE

Voleva fare un film attraversando il mondo. E così, con in tasca un'idea tanto insolita quanto coraggiosa e una grande voglia di sperimentare, Jérôme Walter Gueguen arriva al MFF con il suo surreale Le sedie di Dio, in concorso nella sezione lungometraggi.

Continua a leggere
GLI ECHI DEL SILENZIO

GLI ECHI DEL SILENZIO

Abbiamo incontrato Hélène Crouzillat al teatro Strehler. La regista francese ci ha parlato di Les messagers, suo documentario d'esordio che ha realizzato con la fotografa Laetitia Tura.

Il film raccoglie le testimonianze dei migranti africani intrappolati in Marocco e Tunisia, lungo la barriera di separazione di Ceuta e Melilla, le due città autonome spagnole in territorio marocchino. Due muri paralleli di rete metallica, alti più di 3 metri, con posti di vigilanza e un sistema di sensori elettronici e di videocamere a circuito chiuso.
Continua a leggere
IL PARADISO PUÒ ATTENDERE

IL PARADISO PUÒ ATTENDERE

L'immigrazione è protagonista di Life in Paradise di Roman Vital e Les messagers di Hélène Crouzillat e Laetitia Tura presentati nella sezione Colpe di Stato. Abbiamo parlato di questo tema molto caldo con Luca Cusani (classe 1973), presidente del Naga, associazione milanese di assistenza socio-sanitaria agli stranieri.

Continua a leggere
UNA SVEDESE A MILANO

UNA SVEDESE A MILANO

Le fragilità e le incertezze che dominano il passaggio dall'infanzia all'età adulta sono al centro dell'opera di esordio di Sofia Norlin, Broken Hill Blues, passata prima al Tribeca, poi alla Berlinale Generation, ora presentata in un evento speciale di MFF in collaborazione con VisitSweden.

Continua a leggere
UNA LINEA SOTTILE

UNA LINEA SOTTILE

Da quattro anni il MFF ha una sezione dedicata all’Art Cinema, un territorio di confine in cui artisti di provenienze e vocazioni diverse incontrano la macchina da presa, cercando nuove prospettive e anche nuovi fruitori. Abbiamo approfondito l’argomento con Davide Giannella, di professione curatore e responsabile di VerniXage.

Continua a leggere
ADOTTA UN REGISTA A SANT'AGOSTINO

ADOTTA UN REGISTA A SANT'AGOSTINO

Quest’anno il MFF ha rilanciato l’iniziativa “Adotta un regista”, per tutti quegli appassionati di cinema che il regista vogliono portarselo a casa: un progetto intelligente che da una parte taglia dei costi al festival, dall’altra coinvolge direttamente il pubblico, lo fa diventare protagonista dell’organizzazione e crea una rete di supporto diretto e disinteressato.

Continua a leggere